Solstizio d’estate per la musica

0
287

 Sa.Gr.) Organizzata dall’Associazione Commercianti & Artigiani Città di Mendrisio, la Festa della Musica porterà a riscoprire il piacere di fare e di ascoltare musica, avvicinando persone di tutte le condizioni sociali alle più diverse espressioni musicali.

L’evento, in calendario sabato 21 giugno nel nucleo storico di Mendrisio, è un’opportunità per creare un linguaggio musicale aperto e riscoprire l’antico piacere dello stare insieme. Così  sabato prossimo il tradizionale mercato organizzato e voluto per dare agli abitanti la possibilità di fare la spesa al di fuori delle mura dei negozi, avrà un orario speciale. I commercianti venderanno i loro prodotti sulle bancarelle dalle 8.30 alle 19. Dalle 14 la musica invaderà la città e sui sei palchi allestiti appositamente si passeranno il microfono molte band nostrane, gruppi ticinesi e popolari, ma non solo. Dalle 21 la Festa della Musica passerà all’interno di alcuni esercizi pubblici del nucleo che hanno aderito all’iniziativa e che presteranno i loro spazi ai cantanti fino alle 23.

Ma vediamo la Festa della Musica da vicino. “È un evento mondiale. La Fête de la Musique è nata in Francia negli anni Ottanta ed è ormai diventata un fenomeno globale che coinvolge contemporaneamente molte città del mondo”, spiega Alan Zuccolo a nome del Comitato dell’Associazione Commercianti e Artigiani, organizzatore dell’evento. Tale Festa si basa su una semplice carta europea che ne getta le basi. Presupposti sono la data, ovvero il 21 giugno; la gratuità dell’evento (sia da parte degli utenti, sia da parte dei gruppi che si mettono a disposizione) e l’idea di open air con diversi generi musicali.
Semplici regole che da più di vent’anni animano la Festa della Musica, che approda anche a Mendrisio. “A settembre abbiamo cominciato a pensare ad un modo per promuovere la musica nel contesto della città e, perché no, sviluppare ulteriormente l’immagine di Mendrisio che vuole tramutarsi da Borgo animato a città degli eventi – continua Zuccolo – e, grazie al comitato creato ad hoc siamo giunti alla presentazione del programma (cfr. box)”.
Gabriele Merlo (direzione artistica) spiega che non è stato un lavoro facile gestire gli oltre 200 artisti che parteciperanno alla Festa sabato prossimo, soprattutto perché “l’evento è gratuito e trovare gruppi che vengano a suonare senza una retribuzione non è stato facile, ma nulla è impossibile. Grazie a Stagend.com e ad alcuni consigli dagli amici della Festa in quel di Losanna, siamo riusciti ad organizzare sei palchi e a proporre ben 22 gruppi diversi, aggiungendo pure due scuole di danza”. Killian Poli, a tal proposito, afferma che in Piazzale alla Valle viene proposto un palco di danza al quale prenderanno parte una scuola di Chiasso e una di Viganello: “gli spettacoli hanno una pausa musicale gestita da un dj ticinese”. Non mancherà pure un palco dedicato alla musica classica e quindi per gli interessati, dichiara Marco Battaglia, il luogo di riferimento è il Chiostro dei Serviti.
Numerose le proposte, che sono consultabili pure sul sito www.commerciantimendrisio.ch o su Facebook e Twitter, possibili grazie, afferma Zuccolo, agli sponsor che hanno risposto positivamente all’evento.
E se piovesse? Gli organizzatori rispondono “la manifestazione avrà luogo lo stesso, presso il Cinema Plaza, ma in forma ridotta. Gli eventi serali invece seguiranno il calendario originale. Speriamo ovviamente che splenda il sole sul Borgo di Mendrisio”.