Quando la bicicletta si racconta

0
526

• (red.) La leggenda narra di uno stimato e benvoluto muratore di un paese vicino, recatosi alla festa del Beato Manfredo con la sua bicicletta, portandosi dietro la non troppo brillante fama, che mai lo lasciava, di gran bestemmiatore. Sulla via del ritorno entrambe le ruote si bloccarono misteriosamente e l’uomo, pensando alla vendetta divina, fece marcia indietro, con la bicicletta in spalla, fino alla casa dell’arciprete, al quale raccontò il fatto. Ottenuta la promessa di non più bestemmiare, il prete gli diede un piccolo crocefisso che l’uomo appese sulla canna della bicicletta, a mo’ di protezione. Morì in pace, senza più bestemmiare, qualche tempo dopo.



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
*Campo obbligatorio